artediroma

Cerca

Vai ai contenuti

Otranto

Lontano da Roma > Salento

Le origini di questo splendido centro sono piuttosto lontane ed incerte. Anticamente chiamata Hydruntum (dal fiumicello Idro che sfocia nel porto) fu città greca, forse fondata dai Tarantini e poi municipio romano; per la posizione geografica fu un porto frequentato, soprattutto in età romana per i rapporti che intercorrevano tra Italia e Grecia. Otranto, insieme a Bari e Taranto, fu anche il fulcro dell'ultima resistenza bizantina contro i Normanni (1054-68) e cedette solo nel 1070 circa a Roberto il Guiscardo.
La storia di Otranto è segnata però dall'invasione dei Turchi del 1480. Aggredita e assediata dalla flotta turca di Maometto II, intervenuta nella lotta tra Venezia e gli Aragonesi, sotto il comando di Achmed Pascià, Otranto capitolò dopo 15 giorni non avendo avuto soccorso da Napoli. I Turchi massacrarono nel Duomo il vescovo Stefano Pendinelli, il clero e il popolo che vi era rifugiato: sul vicino colle della minerva, furono uccisi i prigionieri superstiti (gli "800 martiri" di Otranto). Le loro ossa ora sono conservate nella Cattedrale di Otranto in 7 armadi molto grandi e in parte nella chiesa di Santa Caterina a Napoli.
Oggi Otranto si presenta come una cittadina che conserva gelosamente la sua storia ed i suoi pochi ma significativi monumenti.

Home Page | Roma | Roma e dintorni | Lontano da Roma | Egitto | Arte e Design | Email | Cervara2 | Cervara3 | Egitto2 | Egitto3 | Campaegli2 | Gallipoli2 | Cervara4 | Gallipoli3 | Egitto4 | SanPietro2 | centralemartini2 | puntapizzo2 | Lecce2 | Lecce3 | torresuda2 | otranto2 | otranto3 | otranto4 | Gallipoli4 | Campaegli3 | Campaegli4 | campaegli5 | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu